A che punto sono arrivati i progetti Piemonte: Non solo Asilo? e Non solo asilo FER? A metà maggio del 2009 dopo aver fatto un primo censimento dei desideri e delle capacità dei rifugiati politici e titolari di protezione internazionale sono state inserite le prime 31 persone attraverso fondi di “Piemonte non solo Asilo”. Le altre persone (più di cento) sono state inserite da Ottobre 2009 sino a fine Febbraio 2010, attraverso i fondi FER “Non solo asilo” e i fondi “Piemonte Non solo Asilo”.

Da marzo 2010 abbiamo iniziato un lavoro di rielaborazione/bilancio dei risultati raggiunti, di ciò che è stato positivo o negativo e delle sfide che ancora ci aspettano; siamo giunti alla definizione dei 9 obbiettivi sotto elencati che ci proponiamo di perseguire fino a maggio 2012:

  1. individuazione di più stabili – meglio se due (da 35 posti) o tre (da 25 posti) – in città che svolgano la funzione di prima accoglienza per circa 4 mesi, (il famoso stabile da 70 posti del primo anno!); durante questo periodo le persone dovranno frequentare un corso base di lingua italiana
  2. sensibilizzazione sui problemi derivanti dalla non fruibilità del diritto alla residenza (nonostante l’esistenza dei protocolli non si può conseguire l’esame di scuola guida o aprire un conto in banca o richiedere la partita IVA….)
  3. inserimento socio lavorativo sul territorio della regione Piemonte di circa 100 persone: 70% nel territorio della regione e 30% nella città di Torino, attraverso i fondi collegati alle progettualità Piemonte non solo Asilo II + Fer III (2008-2013). Questa azione si svilupperà in un periodo di almeno sei mesi che assommati ai 4 mesi iniziali porterà ad un minimo di 10 mesi il percorso progettuale
  4. effettuazione di interviste individuali (che saranno riportate su schede) per conoscere e valutare storie capacità e desideri dei rifugiati e delle rifugiate al fine di riuscire a formulare l’offerta di un percorso personalizzato
  5. proseguimento dell’azione di cura ed implementazione della rete regionale
  6. organizzazione di eventi e incontri (rivolti sia alla cittadinanza in generale che agli studenti) finalizzati a:
    • aumentare le conoscenze sui paesi di provenienza dei rifugiati e sulle situazioni di crisi vissute da quelle popolazioni
    • far conoscere la legislazione italiana, spiegando bene quello che l’Italia dovrebbe garantire, quello che effettivamente viene fatto e quello che invece non viene garantito alla popolazione richiedente asilo e rifugiata
    • illustrare e spiegare il senso del modello dei percorsi di autonomia (4 mesi più sei) che il Coordinamento ha adottato
    • far conoscere la rete regionale
  7. mantenimento del tavolo di co-progettazione al quale diventa importante la presenza dei rappresentati delle altre realtà attive nel territorio regionale (Alba, Biella, Bra, Fossano, Collegno, Grugliasco, Pinerolo ect.. )
  8. creazione di un sito (regionale) in cui appaiano le iniziative locali realizzate dalle diverse realtà, nonchè i protocolli d’intesa stilati con l’Assessorato regionale alla sanità, i Centri per l’Impiego, le agenzie interinali etc…
  9. sensibilizzazione del mondo imprenditoriale rispetto all’ inserimento lavorativo dei rifugiati

Al fine di raggiungere questi obbiettivi ci sembrano imprescindibili i seguenti strumenti:

 

  • mantenimento della relazione e della collaborazione con i rifugiati
  • proseguimento dell’attività del tavolo di co-progettazione (a cui oltre a rappresentanti del Coordinamento siedono rappresentanti della Regione, della Provincia, della Prefettura e dell’UNHCR) per la realizzazione di azioni condivise ed integrate
  • mantenimento e coordinamento della rete regionale
  • cura del sito del coordinamento e della rete regionale già esistente

Da luglio 2010 a giugno 2011 è in corso il progetto Fer Non solo asilo II Abitare e Abilitare il territorio che ha previsto l’ inclusione sociale, economica e culturale di 40 rifugiati e titolari di protezione sussidiaria in diversi comune del territorio piemontese.

Scarica: PIEMONTE NON SOLO ASILO  –  Scarica: Fer Non Solo Asilo